Strudel salato con un che

La ricetta di questo strudel salato è la mia ricetta salvavita: la preparo per un brunch improvvisato, per una cena dell’ultimo minuto o come schiscetta per il giorno dopo. E’ sempre apprezzata da tutti e con qualche piccolissimo accorgimento e una variazione fantasiosa di volta in volta riesce a trasformarsi continuando a piacere sempre.

Mantenete la sapidità con il prosciutto alle erbe, con il Praga o con una porchetta tagliata molto finemente.

Proponete sempre la morbidezza che vi da il brie, che si mantiene costante anche dopo aver sfornato lo strudel per oltre un’ora (cosa che mai farà la mozzarella o qualunque altro formaggio a pasta filante).

Stupite con la croccantezza delle mandorle tostate. Ma anche delle noci, dei pistacchi, dei semi di zucca e di tutto quello che “crocchi” in bocca.

Infine sbizzarritevi aggiungendo pezzetti di olive, pomodori secchi, filetti di peperoni sott’olio o qualunque cosa vi piaccia tanto, ma tanto tanto, e che non contenga troppa acqua ( per questo occhio a zucchine, pomodori, formaggi freschi ecc.: la pasta sfoglia non reggerebbe lo shock dato dall’umidità!).

Ma adesso basta parlare: ecco la ricetta e per qualunque dubbio, scrivetemi pure qua giù nella parte dedicata ai commenti! Mi aspetto che stasera il vostro menu preveda… strudel salato con “un che”!

Ingredienti:

1 rotolo di pasta sfoglia

5 fette di prosciutto cotto alle erbe

250 g di brie

80 g di mandorle tostate

salvia, timo o rosmarino a scelta

1 uovo

Preparazione:

  1. Prima di tutto accendete il forno a 180/200 °C statico. Adesso srotolate un rotolo di pasta sfoglia mantenendolo nella sua carta da forno e tappezzatelo ben benino con il prosciutto, con il brie tagliato a fettine, con le mandorle tostate e sbriciolate e con gli odori che preferite sminuzzati.
  2. Arrotolate con delicatezza la pasta sfoglia e sigillate con le dita tutti i bordi della pasta affinché non fuoriesca alcun ingrediente.
  3. Incidete il rotolo con dei taglietti trasversali e spennellatelo con un uovo sbattuto. Se vi avanzano, spolverizzate con delle briciole di mandorle.
  4. Infornate in una teglia rettangolare o anche nella classica placca da forno (quella che vi danno in dotazione, per intenderci!) e cuocete per circa 20 min. o comunque finchè la superficie non sarà ben dorata.
  5. Quindi sfornate, lasciate raffreddare e tagliate a fettine servendole, magari, con una fresca insalata di arance e finocchi o valeriana e cipollotti.